Traduci sito in:

itzh-CNenfrdejaptrues

btn PON 2014 2020

btn por

btn pubblicita legale

btn amministrazione trasparente

btn registro online

btn pnsd

testata grande

Ai Docenti

Agli Alunni

Ai Genitori

Al DSGA

Al Personale ATA

Al Consiglio d’Istituto

Al Capitano della Compagnia dei Carabinieri

Alle Associazioni

All’ ASP di Catanzaro

A tutta la Comunità di Catanzaro

 

 

Carissimi,

al termine di questo mio primo anno di Dirigente presso l’I.C. Pascoli Aldisio, un anno scolastico difficile, intenso, ma anche proficuo, alla luce di attente riflessioni, sento di poter esprimere la mia personale soddisfazione per l’andamento di questo anno e della dirigenza scolastica;  ma, se questo è stato possibile, certamente il merito è di tutta la comunità educante.

   Abbiamo vissuto insieme un anno molto impegnativo, condizionato dai continui sviluppi dell’epidemia. Siamo riusciti, però, tra interruzioni, casi positivi al Covid, alternanza di DaD e didattica in presenza, a garantire il servizio. Quanta pazienza da parte dei genitori, degli insegnanti, degli alunni, di noi tutti!

   Insieme abbiamo fatto crescere, giorno dopo giorno, una nuova scuola, una nuova didattica, una nuova quotidianità e voi alunni e alunne ne siete stati i protagonisti.; sempre attenti, partecipi, propositivi e volenterosi nel proseguire, nell’attendere l’appuntamento mattutino nelle giornate di interruzione delle attività in presenza.

   Speriamo che i sacrifici siano riusciti non solo ad attenuare la pandemia, ma soprattutto a rafforzare le nostre capacità, i nostri comportamenti responsabili e maturi di fronte alle difficoltà.

   La scuola, infatti, non è solo luogo di istruzione, ma di maturazione.

   Permettetemi di ringraziare tutto il corpo docente per l’impegno professionale profuso e il costante confronto per il miglioramento continuo.

   Un grazie di cuore a tutti per la fiducia dimostrata, la disponibilità al dialogo e al confronto, il continuo sostegno che sempre ho percepito, nell’ottica della crescita di tutti e di ognuno.

   Voglio aggiungere il mio sentimento di sincera gratitudine ai miei  due collaboratori e alle figure di sistema per la professionalità, la disponibilità e la pazienza con cui hanno affrontato insieme a me ogni problema e per il supporto che mi hanno offerto; un ringraziamento alle FF.SS. e  ai coordinatori dei gruppi di lavoro per la  proficua collaborazione che mi hanno offerto e a quanti hanno collaborato attivamente alla buona riuscita delle numerose iniziative intraprese, anche in un anno così difficile caratterizzato, come dicevo prima, da questa pandemia che ci ha visti, spesso, affrontare diverse situazioni di emergenza.

   Sottolineo la collaborazione di quanti si sono impegnati, anche oltre il loro lavoro didattico, nei vari aspetti organizzativo-gestionali (collaboratori del D.S., funzioni strumentali, responsabili di plesso, capi dipartimento, commissioni, referenti, gruppi di lavoro, coordinatori ecc.) e, soprattutto, mi riferisco a quei docenti che hanno speso le loro energie senza mai tener conto del tempo trascorso a scuola, con l’entusiasmo e la gioia di svolgere un lavoro delicato e impegnativo, ma denso anche di quelle soddisfazioni che scaturiscono dalla professionalità e dall’amore per i propri alunni.

   La progettualità condivisa e il clima di grande serenità e rispetto reciproco ha reso possibile tutto quello che è stato fatto.

   Certamente, come dico sempre, non sono mancati momenti difficili durante i quali si sono resi necessari chiarimenti e spiegazioni, nell’interesse prioritario degli alunni e dei bisogni emergenti dal punto di vista didattico-formativo.

   L’auspicio è che si possa continuare con la voglia di collaborare e di mantenere questo clima di lavoro per consolidare e alimentare l’apprezzamento per la nostra Scuola di qualità.

Un ringraziamento particolare al D.S.G.A. il quale, con serietà professionale che caratterizza la sua persona, è riuscito a svolgere al meglio il lavoro di sua competenza  e a portare avanti ogni cosa, al fine di offrire all’utenza il miglior servizio possibile.

   Un grazie di cuore desidero rivolgerlo anche agli AA.AA. per come si sono spesi, ognuno secondo la propria specificità, a supporto di tutte le attività che hanno arricchito l’Offerta Formativa e ai Collaboratori Scolastici, particolarmente presenti e disponibili in ogni occasione.

Doveroso è il ringraziamento alle Forze dell’Ordine, alle Associazioni, all’ ASP, sempre disponibili e sensibili, ognuno secondo le proprie funzioni, alle politiche formative e alle richieste della scuola.

 Desidero, inoltre, esternare i miei ringraziamenti a tutti i componenti del Consiglio d’istituto per la disponibilità al dialogo che hanno dimostrato; questo ha reso possibile il confronto e piacevole il clima di rispetto e di serenità che si è instaurato.

      Non posso dimenticare di ringraziare gli alunni e i genitori, questi ultimi per la partecipazione e la disponibilità mostrate e per come si sono impegnati per aiutare e supportare i propri figli, rafforzando quel senso di comunità educativa che costituisce l’obiettivo dell’interazione scuola- famiglia.

      Ma,  il GRAZIE più grande va ai “MIEI” alunni, a loro che hanno riempito le mie giornate con l’ “esuberanza “ tipica dell’età, con le loro risate, coi loro problemi, coi loro battibecchi; a loro che hanno reso ogni giorno meno pesanti le mie interminabili giornate chiusa in Ufficio; a loro che tra ansie,  paure, incertezze, difficoltà, smarrimento, hanno seguito con piacere e interesse le attività che i docenti proponevano con tanta dedizione, impegno e passione; a loro a cui ho rivolto i miei sorrisi ogni mattina; a loro che venivano nella stanza del D.S. perché “ Dirigente, dobbiamo parlarvi” o perché “ il D.S. vi ha convocati…”. E un grazie ai più piccoli della scuola dell'infanzia e della scuola primaria che, con occhi pieni di curiosità, ma anche di timida diffidenza, mi hanno sempre salutata con entusiasmo e  felicità ogni volta che entravo nelle aule per portare un saluo riempiendomi di tenerezza.

   Consentitemi di rivolgere un saluto particolare agli alunni delle classi terze della Scuola Secondaria di Primo Grado.: “Ragazzi, da settembre sarete introdotti in una realtà diversa da quella vissuta in questi anni; una nuova scuola, un nuovo ambiente, nuove amicizie, nuovi insegnanti…quanta ansia per questo cambiamento! Ricordatevi, ragazzi, che ogni cosa nuova da affrontare ci spaventa un poco, ma ricordate anche che frequentare la scuola significa mettere alla prova le vostre capacità e scoprire le vostre attitudini, tenendo presente che la vita ci mette alla prova a qualunque età.

Nell’affrontare le prove, però, non sarete soli; ci saranno sempre i genitori, gli insegnanti ad accompagnarvi fino a quando non sarete in grado di agire da persone autonome e consapevoli dei vostri diritti e dei vostri doveri, fino a quando, insomma, sarete  persone libere, cittadini del mondo. E’ questo il compito della scuola: accompagnarvi in questo percorso.

Ci lasciamo con un po’ di stanchezza addosso, con la tristezza di non aver potuto realizzare parte dei progetti scolastici, ma di sicuro abbiamo acquisito la certezza, in realtà mai persa, che la scuola va avanti nonostante le difficoltà e che tanto vi abbiamo dato e altrettanto voi avete imparato. Ci lasciamo con l’augurio che il prossimo anno porti un arcobaleno di colori che possa illuminare i vostri sorrisi, le vostre emozioni e la vostra voglia di crescere. Auguri, il futuro è nelle vostre mani!”

   Concludo sottolineando che la  sfida che attende il mondo dell’educazione sta proprio nella capacità della generazione adulta di prendersi cura, di sapersi far carico di quella più giovane. E’ un compito non facile, ma la passione educativa che muove tanti insegnanti sa spingerli a (pro)gettare “il cuore oltre l’ostacolo”.

Grazie a tutta la comunità educante, insieme 

 Il Dirigente Scolastico

Filomena Rita Folino